Frequently Asked Question

 

Tutte le risposte che cerchi sul servizio Incassa Subito

FAQ - Servizio

 

Dove posso monitorare i costi di cessione relativi alle fatture su Incassa Subito?
Dopo aver inviato in automatico le fatture alla piaffatorma, Incassa Subito le processa e mostra, all’interno della lista delle fatture eleggibili, l’importo che si otterrebbe sotto forma di anticipo e il saldo previsto al pagamento finale di ogni fattura. Inoltre, in fase di cessione, è possibile visualizzare i dettagli della distinta preparata e, nel momento in cui si procede con la proposta di cessione, la piattaforma mostra un riepilogo dettagliato dei costi da sostenere per ciascuna fattura. E' possibile infine monitorare lo stato di ogni credito proposto in cessione, all'interno della sezione "fatture cedute". All'interno di Incassa Subito il cedente potrà inoltre monitorare l'effettivo pagamento della fattura.


Quando viene erogato al cedente il restante 10% dell'importo della fattura?
Quando il debitore adempie al pagamento della fattura, allora il cedente riceve il saldo restante (una volta detratto dal 10% lo sconto finanziario applicato dagli acquirenti).


In quanto tempo posso ottenere l’anticipo del 90% sulla fattura ceduta?
Mediamente, entro 24-48 ore dalla conferma dell’operazione sarà versato, sull’IBAN da te indicato, fino al 90% dell’importo della fattura. Solo per la prima cessione, i tempi potrebbero allungarsi di poco per consentirti di caricare alcuni documenti necessari ed espletare i relativi controlli.


Quali sono i costi del servizio?
Incassa Subito prevede soltanto costi variabili: paghi solo se utilizzi il servizio. In particolare, i costi previsti sono due:
1) la commissione di servizio che viene detratta dall'acconto,
2) lo sconto finanziario applicato dagli acquirenti, che è un costo variabile mostrato direttamente all'interno della piattaforma. Questo costo viene applicato sui giorni effettivi che intercorrono tra la cessione e il saldo effettivo della fattura.
I costi effettivi vengono mostrati dalla piattaforma già durante la fase di eleggibilità.


Vi è obbligo di continuità nella cessione delle fatture emesse nei confronti di un dato debitore?
No, la cessione del credito prevista da Incassa Subito è un'operazione spot. Deciderai tu se farla su base continuativa. E' quindi possibile cedere anche solo una fattura emessa nei confronti di un debitore. Scegli tu quali e quanti crediti cedere!


Nel processo di cessione delle fatture, qual è il ruolo di Incassa Subito? E di TeamSystem?
Incassa Subito è un servizio del Gruppo TeamSystem che offre ai propri clienti l'accesso a un marketplace in cui proporre la vendita delle fatture ai potenziali acquirenti presenti in piattaforma.


Cosa significa cessione pro soluto? Qual è la differenza con la cessione pro solvendo e con l'anticipo bancario?
Nella cessione pro soluto, il cessionario assicura il mancato pagamento della fattura, quindi con la cessione del credito si trasferisce anche il rischio di insolvenza del debitore in capo al cessionario, liberando il cedente da eventuali azioni di regresso (se il credito è liquido, reale ed esigibile).

Nel caso di cessione pro solvendo, il rischio di mancato pagamento resta in carico al cedente, e di conseguenza il cessionario può richiedere dopo la scadenza la restituzione dell'anticipato al cedente.

Le operazioni bancarie di anticipo fatture e SBF Riba sono tipicamente operazioni pro solvendo.


Il cedente deve avvisare il debitore della cessione del credito?
Cosa significa notifica della cessione al debitore?
Il cedente non è obbligato a comunicare al proprio debitore la cessione, ma è consigliabile che esso contatti in via preliminare il debitore per avvisarlo dell'imminente contatto della piattaforma evitando in tal modo equivoci, rallentamenti nelle operazioni e rafforzando la relazione tra le parti.

All'atto della cessione, la piattaforma notifica al debitore ceduto la cessione del credito da parte del cedente e contestualmente comunica le nuove coordinate IBAN sul quale dovrà essere pagata la fattura a scadenza.

FAQ - Accesso ed eleggibilità

 

Cosa serve per utilizzare Incassa Subito?
Per utilizzare Incassa Subito è sufficiente accedere alla piattaforma TS Digital, cliccare sull'app relativa al servizio e abilitare la piattaforma. Verrà quindi richiesto il consenso alla privacy e l'accettazione delle condizioni generali del servizio e sarà possibile permettere alle fatture di venire processate dal sistema e, successivamente, poste in vendita sulla piattaforma.


Con quale utenza è possibile accedere a Incassa Subito?
E' possibile accedere al servizio mediante l'utenza di TS Digital (utenti owner, admin e utenti con permesso specifico di lettura e scrittura sul servizio).


Che requisiti deve rispettare una fattura per essere proposta in vendita al cessionario?
- Fatture commerciali in euro, non scadute e con un importo minimo per documento di euro 2.500.
- Fatture con scadenza non superiore ai 150 giorni (ammesse anche in multi-scadenza).
- L'unico mezzo di pagamento gestito dal servizio è il bonifico bancario.

L'esito positivo della cessione non è garantito a priori.


Che requisiti deve rispettare un debitore ceduto per essere proposto in cessione?Società di capitali costituite da almeno 36 mesi e con due bilanci depositati, con un fatturato annuo minimo di 2.5 Milioni di euro.
I debitori possono essere italiani, svizzeri, francesi, tedeschi e spagnoli (fatture esclusivamente in euro).


Nel misurare i requisiti quantitativi di eleggibilità dei cedenti o dei debitori si considera in qualche modo l'appartenenza ad un gruppo?
I requisiti quantitativi sono processati in automatico sulla singola Partita Iva (cedente o debitore).

FAQ - Post-cessione

Chi dovrà pagare il debitore ceduto?
La piattaforma notifica la cessione al debitore indicando le coordinate IBAN su cui effettuare il pagamento della fattura ceduta. La fattura va obbligatoriamente saldata al cessionario.
Il pagamento diretto verso il cedente non è liberatorio e, in aggiunta, il cedente è tenuto a rimborsare il cessionario entro 48 ore, come da contratto.


Cosa succede se la fattura non è pagata dal debitore alla scadenza?
La piattaforma gestisce il pagamento della fattura inviando prima della scadenza e dopo dei reminder automatici, si confronta con il cedente per richiedere eventuale documentazione supplementare o per coordinare le azioni di recupero.
Decorsi 30 giorni dalla scadenza, la piattaforma invierà un sollecito formale di pagamento al debitore e inizierà a interloquire con lo stesso per il rientro della posizione.


Qual è il costo del pagamento in ritardo o del mancato pagamento del debitore?
Nel caso di pagamento in ritardo, l'effetto per il cedente è quello di sostenere un costo superiore, in quanto aumentano i giorni su cui viene calcolato il costo dell'operazione.
Il tasso di sconto applicato resta invariato, anche nel periodo di ritardato pagamento.

Nel caso di mancato pagamento, il massimo costo che sostiene il cedente è l'importo non anticipato all'atto della cessione.
Quindi, nel caso di anticipazione al 90%, il cedente perde il 10% della fattura ceduta.

Richiedi informazioni

Compila il form e richiedi maggiori informazioni sul servizio.